Libro Midnight Sun di Stephenie Meyer : trama, recensione, personaggi, dove comprarlo

Un decennio e mezzo fa è nato un fenomeno. Twilight di Stephenie Meyer, un romanzo  su una ragazza maldestra e il suo fidanzato non morto, è arrivato sugli scaffali nel 2005 (e sul grande schermo nel 2008) e ha cambiato il mondo dei vampiri, portando una nuova ondata di romanticismo soprannaturale, inaugurando l’era del fandom digitale globale, e ispirando un sacco di fans.

Midnight Sun libro Twilight di Stephenie Meyer

Offerta
Midnight Sun [Versione Inglese]
  • Meyer, Stephenie (Author)

 

Ora, 12 anni dopo la pubblicazione della serie più vicina a Breaking Dawn, la Meyer ha pubblicato il tanto atteso Midnight Sun, che ha preso in giro per la prima volta nel 2008 ma che poi ha accantonato, con grande sgomento dei fans, nel 2011 dopo la fuga di notizie sui primi capitoli. Il quinto romanzo della saga, Midnight Sun, è una rivisitazione di Twilight del 2005 dal punto di vista di Edward Cullen, il vampiro sognante, cupo, brillante alla luce del sole e oggetto dell’affetto eterno dell’adolescente umana Bella Swan. Il nuovo romanzo colpisce i ritmi familiari – innamorarsi a scuola, scintillare in un prato soleggiato, presentarla alla famiglia, salvarla da un vampiro malvagio, ingannarla per farla andare al ballo di fine anno – ed è presentato non come un seguito, ma come un romanzo di Twilight.

Bella non è un personaggio interessante, ma viene da un luogo autentico. Edward dovrebbe essere l’opposto, avere una prospettiva meno accessibile ma almeno affascinante – eppure! Anche avendo vissuto un secolo con un tempo illimitato, con risorse estese e con la reale capacità di leggere la mente, la sua narrazione non è né più erudita né più perspicace di quella di Bella; Meyer cerca ripetutamente di dirci che Edward è queste cose.

Offerta
Life and death. Twilight reimagined
  • Meyer, Stephenie (Author)

Meyer sembra anche tentare di correggere alcune delle critiche sulla sconvolgente mancanza di personalità di Bella con la costante meraviglia di Edward per quanto sia straordinaria e per quanto sia un “rompicapo” complesso, e non solo perché non riesce a leggerle la mente. Non è mai molto convincente, e si pone in brutto contrasto con la sua impressione di tutti i loro compagni di classe, i cui monologhi interiori sono a sua disposizione e sono tutti cinicamente ritratti come egoisti e monodimensionali (tranne Angela, il cui monologo interiore è molto acutamente gentile e monodimensionale). Mi sono chiesto: perché mai avrebbe dovuto lamentarsi del suo stato maledetto e desiderare che la presunta abbagliante Bella vivesse una vita mortale quando ha un tale disprezzo per quasi tutti gli umani che incontra? Ma poi ho capito che, se fossi completamente privo di empatia e curiosità, probabilmente mi sarei risentito anche di un’esistenza eterna.

Come è stato reso esplicito quando la storia è stata strappata via dai feromoni adolescenziali e riproposta come Cinquanta sfumature di grigio, ciò che ha alimentato il fenomeno di Twilight 15 anni fa è stata l’estasi di una gratificazione ritardata, e il piacere che si prova nel dolore.

I primi capitoli del libro sono trapelati nel 2008, spingendo Meyer a sospendere il progetto. Ma 12 anni dopo, il romanzo è uscito – e, a più di 750 pagine, si capisce subito perché ci abbia messo tanto.

La differenza fondamentale tra Twilight, narrato da Bella, e Midnight Sun, narrato da Edward, è la speciale abilità vampiresca di quest’ultimo di ascoltare i pensieri degli altri (anche se non quelli di Bella, contribuendo al suo fascino). Sua sorella Alice vede visioni del futuro ed entrambe le abilità funzionano in modo piuttosto prosaico, mentre Edward ascolta le persone che pensano a Bella, o tormenta Alice su quello che le succederà.Ma l’angoscia di Edward per il suo desiderio di mordere la nuova ragazza a scuola dovrebbe dare alla storia un nuovo oscuro colpo di scena. Invece, a pagina 150 è perdutamente innamorato di lei, e il sentimento è presto ricambiato.

Sarebbe difficile per qualsiasi lettore trovare Bella affascinante come Edward, con il suo carattere, mai molto distintivo, ora soffocato dal suo sguardo adorante (“la lingua inglese aveva bisogno di una parola che significasse qualcosa a metà strada tra una dea e una naiade”). Ma, prese insieme, le due narrazioni rappresentano almeno l’attrazione reciproca. Midnight Sun potrebbe essere letto come il tentativo di Meyer di ricominciare da capo, dopo le critiche a Twilight per aver romanticizzato una relazione coercitiva. L’abitudine di Edward di irrompere nella camera da letto di Bella per guardarla dormire, per esempio, è stata sostenuta da alcuni commentatori molto letterali come modelli di confini malsani per giovani donne impressionabili, che stavano ancora imparando a navigare le proprie relazioni con i vampiri. (Come ha sottolineato Meyer in una recente intervista: “In realtà il problema è che ha ucciso un sacco di persone”).

In Midnight Sun, apprendiamo che Edward almeno si sente in colpa per la sorveglianza, quasi più che per il massacro: “Sono stato respinto da me stesso mentre la guardavo . Come potevo essere migliore di un guardone malato? Non sono stato meglio di un guardone malato. Sono stato molto, molto peggio”.

La gemma preferita di Bella è quella che corrisponde agli occhi di Edward, mentre lui analizza i testi dei Linkin Park alla ricerca di indizi per sbloccare il suo amore: “Non sembrava corrispondere a nessuno dei suoi stati d’animo che avevo visto, ma poi, c’erano così tante cose che non sapevo”.

Meyer lo ha descritto come un personaggio ansioso, e dice che scriverlo ha esacerbato la sua stessa ansia – uno dei motivi per cui Midnight Sun era un “enorme, rompiscatole da scrivere… Ogni singola parola era una lotta”.

Ultimo aggiornamento 2021-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More